header-sito

Osservatorio La Rocca – Speciale elezioni Milano 2016

osservatorio milano elezioni 2016

OSSERVATORIO MILANO

ELEZIONI COMUNE MILANO 2016

Come già saprete, singolarmente e come gruppo di amici abbiamo deciso di candidarci alle prossime elezioni comunali del 5 giugno 2016: Ferrentino Bryan al Comune e i restanti ai Municipi. Ci pare giunto il momento, dopo la fallimentare legislatura dei cinque anni passati, di mandare le sinistre all’opposizione.

La diffusa disaffezione dei cittadini nei confronti della politica, ci ha determinato a scegliere di correre con la Lista Civica di  Stefano Parisi, che ci parso il miglior candidato che si potesse individuare per garantire una proposta politica alternativa alla sinistra e che riporti in campo il patrimonio di idee e di fare che ci è proprio, così come ben delineato nel Suo programma elettorale, ove si dà spazio alla difesa della famiglia, dell’ambiente e di quell’economia sociale a cui anche Papa Francesco  ha fatto recentemente riferimento parlando di Europa.

 

Sito internet Lista Civica Parisi: http://www.listacivicaparisi.it/

Link diretto al programma di governo: http://www.listacivicaparisi.it/homepage/programma-2/

Di seguito i contatti ed i link dei candidati del nostro gruppo (link interattivi – clicca sul link per aprilo):

CANDIDATO AL COMUNE DI MILANO

FERRENTINO BRYAN

Email

Sito internet

Pagina Facebook

 

CANDIDATI AI MUNICIPI DI MILANO

MUNICIPIO 1 – BRONZINI GUIDO

Pagina Facebook

MUNICIPIO 3 – TUSA TOMMASO

Pagina Facebook Politica

Account Tweeter

Indirizzo Mail

MUNICIPIO 4 – MATRONE GAETANO

Pagina Facebook

MUNICIPIO 5 – MORO PAOLA

Pagina Facebook

MUNICIPIO 6 – PEVERELLI STEFANO

Pagina Facebook

MUNICIPIO 8 – TUSA ROBERTO

Pagina Facebook

MUNICIPIO 8 – D’ALESSANDRO FABIO

Pagina Facebook

MUNICIPIO 9 – BRAGONZI JUAN

Indirizzo Mail

 

I PROGRAMMI DI GOVERNO DEI MUNICIPI

Tutti i programmi dei singoli Municipi sono scaricabili in formato PDF dai link qui di seguito:

Programma Municipio 1

Programma Municipio 2

Programma Municipio 3

Programma Municipio 4

Programma Municipio 5

Programma Municipio 6

Programma Municipio 7

Programma Municipio 8

Programma Municipio 9

———————————————————————

In queste settimane le attività e gli incontri pubblici sono state tantissimi, abbiamo conosciuto migliaia di persone, tramite anche serate a tema, gazebo, volantinaggi ed attività sul web. Tra le tante iniziative, queste sono state le più degne di nota:

Tutto il mondo ha pianto le vittime dell’attacco terroristico a Bruxelles: trentotto morti e più di trecento feriti, dei quali una sessantina grave. È stato un vero shock. I mezzi di comunicazione hanno dedicato al tema lunghi servizi speciali. È giusto e doveroso ricordare le vittime del terrorismo islamista. Sotto i nostri occhi, però, e senza che i media le dedichino nemmeno una riga, si sta svolgendo un altro massacro, mille volte peggiore. In Italia, esso ha già provocato 5.642.070 vittime innocenti. E il conto aumenta ogni giorno. Parliamo dell’aborto, quel “crimine abominevole” denunciato da Papa Giovanni Paolo II come la peggiore piaga del mondo moderno. Un vero Olocausto bianco, dimenticato da tutti. Quali sono le dimensioni di questo Olocausto? Perché non se ne parla? Per rispondere a queste e altre domande, abbiamo organizzato l’incontro “L’Olocausto bianco dimenticato e le sue conseguenze: dialogo sulla Vita violata” che si è svolta lunedì 18 aprile p.v. alle ore 21,00 nella sede in via Lentasio, n. 9 – Milano. Ove sono intervenuti Benedetto Tusa, Presidente del Circolo La Rocca, Enrico Pagano,  autore del libro«L’Olocausto bianco – King Herod’s return» e Bryan Ferrentino, candidato civico al Consiglio Comunale.  Nel corso della serata è stato proiettato il filmato dal titolo “La vita umana: prima meraviglia!”.– Olocausto bianco

– Intervista a Bryan Ferrentino, candidato al Comune di Milano, sul Giornale D’Italia:

http://www.ilgiornaleditalia.org/news/politica/877172/A-Milano-esempio-Marchini.html

– “Perché mi candido: le ragioni di Tommaso Tusa, capolista della Civica di Stefano Parisi – Municipio 3”

https://goo.gl/rcfiDs

– Ferrentino Bryan e Tusa Tommaso: intervento all’incontro “Amministrative e difesa della famiglia, incontro con i  candidati”.

L’incontro si è svolto nella serata del 20 maggio 2016, presso il CAM di viale Tibaldi 41, Milano, in vista delle elezioni amministrative del 5 giugno. Organizzato dal Comitato Difendiamo i Nostri Figli (il CDNF ha promosso due grandi Family Day che hanno coinvolto milioni di persone e ha costituito un centinaio di Comitati Locali nelle principali città italiane) sorto per promuovere e difendere la famiglia, opponendosi al disegno di legge Cirinnà   e alla penetrazione dell’ideologia gender nella società italiana,  in particolare nelle scuole. I Comitati Locali delle città in cui si svolgeranno il 5 giugno le elezioni amministrative fra cui Milano, si sono proposti di esercitare una funzione di orientamento a sostegno della famiglia, sia per l’elezione del Sindaco, sia per l’elezione di consiglieri che difendano e promuovono la famiglia, sebbene inseriti in liste diverse, invitando il suo pubblico ad un incontro con i candidati che vorranno presentare il proprio programma a sostegno della famiglia naturale. Ogni candidato ha potuto presentare il proprio programma in tre minuti. Oltre ai diversi candidati, sono intervenuti i referenti del Comitato di Milano Laura Boccenti  e  Marco Dipilato, e  Gianna Savaris  del  Sindacato delle Famiglie, introdotti da Marco Invernizzi  del Comitato Nazionale. Di particolare interesse l’intervento di Bryan Ferrentino, dirigente milanese di Azione Nazionale e candidato nella Lista Civica di Stefano Parisi al Comune di Milano.

In difesa dell’uomo e dell’ambiente occorre fare verde

Occorre superare la politica ambientale focalizzata dai risultati immediati, richiesti dalla cultura consumistica; la politica che non si azzarda ad irritare la popolazione e ricominciare ad operare sulla base dei grandi principi e pensando al bene comune a lungo termine.

Nel mondo si stanno sviluppando cooperative per lo sfruttamento delle energie rinnovabili che consentono l’autosufficienza locale e persino la vendita della produzione in eccesso, tali iniziative dimostrano che a fronte dell’ impotenza internazionale in tema di ambiente, le istanze locali possono fare la differenza.

La nascita di forti responsabilità, di creatività, di amore per la propria terra e per il futuro di figli e nipoti, hanno radici profonde e poichè il diritto si dimostra a volte insufficiente a tutelare la nostra città, occorrono decisioni politiche oltre che sostegno alle iniziative dei cittadini e dei corpi intermedi.

Il contrasto ai danni ambientali passa infatti dal controllo dei cittadini e da normative, procedure rigorose e trasparenti da parte del Comune.

Si tratterà di conseguenza di:

– promuovere forme di risparmio energetico e diminuire l’utilizzo delle materie prime

– ripensare il modello dei trasporti e della circolazione favorendo i mezzi meno inquinanti

– favorire la ristrutturazione degli edifici in prospettiva non inquinante e promuovendo la costruzione di edifici a ridotto consumo energetico

– orientarsi ad una campagna di sensibilizzazione alla modifica dei consumi e allo sviluppo e al pieno regime dell’economia dei rifiuti e del riciclaggio

– favorire le realtà si ridistribuzione degli alimenti, sottraendoli per tempo, allo smaltimento  e provvedendo alla ridistribuzione alle fasce deboli

– sostenere l’intervento privato nella gestione di alcune zone verdi, ristrutturando nel contempo il sistema di pulizia delle zone verdi con addetti ad esse stabilmente destinati

– aumentare le zone destinate ai bimbi, rendendo effettive le sanzioni per coloro che non utilizzano le zone per i cani lasciando che sporchino per strada

– intervenire sulla troppo deturpante cartellonistica e sui pali segnaletici, oltre che agli esagerati inquinamenti luminosi ed acustici

– costituire una consulta permanente con la partecipazione delle associazioni che si interessano di tutela dell’ambiente

E’ molto quello che si può fare per rendere più bella la nostra Milano, ripartiamo pensando a grandi mete, capaci di conferire orientamenti generosi e che puntino al bello per Milano.

IL 5 GIUGNO VOTATE I NOSTRI AMICI CANDIDATI, GLI ASSENTI HANNO SEMPRE TORTO,

MANDIAMOLI IN COMUNE E NEI MUNICIPI PER TESTIMONIARE UNA PRESENZA CRISTIANA E SOCIALE.

PER RAPPRESENTARE UNA DESTRA CHE CONIUGHI TRADIZIONE E REALISMO.